UNA EPIGRAFE IN MEMORIA DEGLI SMINATORI CHE PERSERO LA VITA DOPO LA SECONDA GUERRA MONDIALE

Appuntamento oggi giovedì 5 maggio alle 11 nella piazzetta della chiesa di San Salvatore. In caso di pioggia la cerimonia si svolgerà nella sala Maggiore del Palazzo comunale

Sminatori

PISTOIA. Giovedì 5 maggio alle ore 11 nella piazzetta della chiesa di San Salvatore, in via Tomba di Catilina, si terrà la scopertura dell’epigrafe in memoria degli sminatori che hanno perso la vita per la bonifica del nostro territorio.

Dopo la Seconda guerra mondiale l’esercito italiano affidò agli sminatori il compito di individuare gli ordigni inesplosi, gettati dagli aerei durante la guerra, per poi farli brillare. Molti di loro, durante la bonifica dei campi minati, morirono tra i quali i pistoiesi Corsino Corsini e Mario Meini. Per questo il Comune di Pistoia vuole ricordare tutti gli sminatori che persero la vita sul territorio pistoiese e rendere loro omaggio.

Saranno presenti il sindaco di Pistoia; Lucia Bertini, ex insegnante dell’Istituto comprensivo Raffaello; Daniele Amicarella, vice presidente dell’Associazione Linea Gotica Officina della Memoria, i parenti delle vittime, le autorità territoriali e le associazioni combattentistiche e d’arma.

L’iniziativa è organizzata da Cudir – Comitato Unitario per la difesa delle istituzioni repubblicane, Comune di Pistoia e Linea Gotica Officina della Memoria.

In caso di pioggia la cerimonia si svolgerà nella sala Maggiore del Palazzo comunale.

[comune di pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email