UNITI CIVILMENTE, LA SINISTRA DEI DIRITTI

L’On. Macaela Campana, Flavio Romani e Valentina Noligni al dibattito in programma il 9 luglio al “Parco Verde”
La locandina
La locandina

QUARRATA. [a.b.] I Giovani Democratici, nell’ambito della Festa dell’Unità di Quarrata, organizzano giovedì 9 luglio (ore 21,30) un incontro-dibattito di grande attualità dal titolo “Uniti civilmente, la Sinistra dei Diritti”.

“Mentre si parla dei successi ottenuti in Irlanda e negli Usa – scrive Tommaso Scarnato, consigliere comunale a Quarrata e coordinatore dei Gd di Quarrata – a parer mio ci si dovrebbe piuttosto interrogare sul perché in Italia ancora non ci siamo arrivati. Quanto ci vorrà ancora per capire che l’estensione di diritti ad altri non comporta una restrizione degli stessi per chi ne gode? Tra quanto tempo si arriverà ad una regolamentazione giuridica? E ad una legittimazione? Questa ultima notizia che viene dagli Usa fa ben sperare ma rende ancor più evidente come l’Italia sia indietro anni luce in tema di diritti”.

Per parlare appunto di queste problematiche e dei nodi ancora da sciogliere nell’incontro in programma presso il “Parco Verde” (in via Galigana) a Olmi interverranno l’onorevole Macaela Campana (responsabile Diritti della segreteria nazionale Pd); Flavio Romani (presidente nazionale Arcigay) e la segretaria provinciale dei Giovani Democratici Valentina Noligni.

La serata sarà coordinata dal segretario comunale Gd di Quarrata Tommaso Scarnato.

Info: www.facebook.com/gdquarrata

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “UNITI CIVILMENTE, LA SINISTRA DEI DIRITTI

  1. Bella opportunità per discutere di un tema che per molti deve essere relegato solo agli addetti, mentre tutta la comunità si deve far carico del tema dei diritti se culturalmente vogliamo crescere e definirci paese civile.

    Franco Scarnato (da fb)

Lascia un commento