usb publiacqua. ANCORA SCIOPERI E MOBILITAZIONI IN VISTA

usb_megafano-3FIRENZE. Nuovi scioperi e mobilitazioni sul territorio anche per i mesi di novembre e dicembre in continuità con gli scioperi, fortemente partecipati, dei mesi di luglio, settembre e ottobre scorsi.

Non è escluso poi, se necessario, lo sciopero generale con una manifestazione cittadina. È quanto deciso dal comitato degli iscritti Usb di Publiacqua nella giornata di venerdì 4 novembre.

“Se la direzione aziendale farà prevalere il buonsenso e provvederà a convocare la federazione provinciale di Firenze dell’Usb, l’organizzazione sindacale che ha indetto gli scioperi, saremo pronti a intraprendere un confronto serio nella sede deputata”.

Queste le date e gli orari dei prossimi scioperi decisi:

  • lunedì 21 novembre dalle 8 alle 10 sciopereranno i tecnici reperibili R1 Reti/Potabilizzazione/Depurazione (in regime Wfm) oltre ai campionatori
  • lunedì 12 dicembre dalle 8 alle 10, toccherà invece agli addetti della palazzina Degremont presso il Potabilizzatore Anconella Pianificazione e Dispacciamento (con possibilità in valutazione addetti laboratorio)

Forte preoccupazione viene espressa dall’Usb Publiacqua anche per la qualità dell’acqua erogata dai potabilizzatori di Figline e Pontassieve.

Per questo motivo il presidio con personale turnista H24 va ripristinato su tutti i grandi impianti di potabilizzazione; il telecontrollo a distanza e gestione con solo intervento in reperibilità, stanno mostrando, come da noi previsto, una grande vulnerabilità e condizioni di pericolo per la sicurezza dei lavoratori e per la qualità dell’acqua erogata alla cittadinanza. Questa nostra preoccupazione, la comunicheremo nuovamente agli organismi di controllo e alle amministrazioni comunali interessate.

Abbiamo inoltre deliberato, di comune intento con la nostra federazione provinciale, di avviare l’iter giudiziario nei confronti di Publiacqua Spa per l’obbligo di utilizzo dell’automezzo privato da parte dei Reperibili della Depurazione (incontro con i nostri legali già fissato per il prossimo 28 novembre)

Usb Publiacqua, avendo aderito alla piattaforma Vertenza Acea, promossa dai Movimenti per l’Acqua e avendo già partecipato, con una propria delegazione, al presidio a Roma sotto la sede della Spa capitolina lo scorso 27 ottobre conferma, con convinzione, la propria partecipazione al percorso di lotta intrapreso e ribadisce la necessità di una interlocuzione seria con la nuova giunta del comune di Roma.

Il comitato degli iscritti ha valutato l’attuale rapporto con le altre organizzazioni sindacali presenti in Rsu (Cgil, Cisl, Uil).

Resta forte la nostra volontà di concentrare le nostre energie nei confronti della controparte ovvero la direzione aziendale di Publiacqua Spa.

Ma siamo anche pronti ad esprimerci e rendere pubblico il nostro punto di vista, quando ravviseremo comportamenti irrispettosi, non veritieri e condivisibili nei confronti della nostra organizzazione, una Unione Sindacale di Base che, alle recenti elezioni delle Rsu del marzo 2016 in Publiacqua, ha raccolto circa il 40% di consensi nelle urne e riesce a promuovere scioperi che, ad oggi, hanno fatto registrare adesioni importanti delle lavoratrici e dei lavoratori di Publiacqua Spa, evidenziando inoltre una crescente attenzione da parte delle rappresentanze istituzionali e delle realtà della società civile da sempre impegnate nella difesa dei beni comuni.

Comitato Iscritti Usb Publiacqua

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento