VALDINIEVOLE. UNITI PER UN CONSORZIO DI BONIFICA PIÙ ATTENTO AL TERRITORIO

L’intervento di Federica Fratoni
L’intervento di Federica Fratoni

PISTOIA-VALDINIEVOLE. Subito i pagamenti alle aziende agricole locali, e forte accelerazione nell’integrazione della macchina organizzativa del consorzio di bonifica 4 Basso Valdarno per valorizzare l’esperienza, la capacità e l’impegno della Valdinievole in fatto di manutenzione del territorio. A circa un anno dalla fusione (il Basso Valdarno è nato dall’accorpamento dei consorzi Fiumi e Fossi, Val d’Era, con il Padule di Fucecchio, che includeva la Valdinievole, la parte sud-occidentale della provincia di Pistoia), non tutto è ancora a regime, ma un incontro pubblico ha posto le basi per un cambio di passo.

Nell’affollata assemblea di giovedì 12 marzo, organizzata da Coldiretti Pistoia, presente la presidente della provincia di Pistoia Federica Fratoni, un fronte compatto di istituzioni e aziende agricole ha evidenziato a Marco Monaco, presidente del consorzio di bonifica 4 del Basso Valdarno, le priorità del territorio e la direzione di marcia da percorrere.

Nei rispettivi ruoli, tutti hanno evidenziato gli aspetti da migliorare per garantire la tenuta idrogeologica del territorio, garantendo sviluppo e sicurezza ad aziende e cittadini della Valdinievole. Da Vincenzo Tropiano, direttore di Coldiretti Pistoia, a Federica Fratoni, presidente della Provincia. E poi i sindaci di Pescia Oreste Giurlani, di Chiesina Uzzanese Marco Borgioli, di Ponte Buggianese Pierluigi Galligani. Sono intervenuti anche Salvatore Parrillo, assessore alle attività produttive di Pieve a Nievole e l’ex sindaco di Buggiano Daniele Bettarini. Presenti in sala anche l’ex sindaco di Lamporecchio Giuseppe Chiaramonte, Andrea Taddei sindaco di Buggiano e Franco Baldaccini, amministratore di Mefit (Mercato dei fiori della Toscana), Gianfranco Spinelli assessore nel comune di Serravalle Pistoiese, Silvio Amaca assessore del comune di Villabasilica (Lu).

La sala
La sala

Marco Monaco, che da circa un anno è a capo del consorzio 4 Basso Valdarno, ha ascoltato le richieste di aziende e istituzioni locali, prendendo atto della forte determinazione e unitarietà di intenti del territorio per migliorare la gestione del consorzio, portandolo verso gli standard garantiti dal ‘vecchio’ consorzio del Padule di Fucecchio. Il primo atto pratico di questo impegno è l’annuncio che entro tre settimane saranno pagate le fatture già emesse dalle aziende del territorio per i lavori di bonifica effettuati: la passata gestione pagava in tempi brevissimi.

Il direttore di Coldiretti, Vincenzo Tropiano ha assicurato a Marco Monaco la massima collaborazione della principale associazione agricola pistoiese e delle aziende della rete, evidenziando, però, che senza l’auspicato cambio passo Coldiretti è pronta a tutte le azioni necessarie per garantire al territorio i necessari interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria.

A chiudere l’incontro sono state le parole di Mario Carlesi, presidente di Coldiretti Pistoia, che ha ribadito il concetto che la manutenzione del territorio la fa meglio chi ci vive e lavora; ed ha auspicato che siano sempre più ‘usate’ le imprese agricole per i lavori gestiti dal consorzio: “anche il semplice sfalcio dell’erba da un fosso deve essere fatto con cura e competenza per evitare problemi in caso di intemperie. Le aziende agricole sono cointeressate a fare bene la manutenzione, perché in caso contrario sarebbero le prime a subirne le conseguenze”.

I Comuni pistoiesi ricadenti nel Consorzio 4 Basso Valdarno (anche parzialmente) sono Buggiano, Chiesina Uzzanese, Lamporecchio, Larciano, Marliana, Massa e Cozzile, Monsummano Terme, Montecatini Terme, Pescia, Piteglio, Pieve a Nievole, Ponte Buggianese, Uzzano. Il Consorzio estende la competenza fino alla foce dell’Arno.

[coldiretti pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento