VALLE LUNE, TRE ANNI DI ATTIVITÀ

Valle Lune
Associazione Culturale Valle Lune

SAN MARCELLO-MONTAGNA. Sarà intitolata a Gianfranco Rossi, recentemente scomparso, la biblioteca che l’associazione Valle Lune costituirà all’interno delle nuova sede di Piazzetta Port’Arsa nell’ex-palazzo Comunale. Una piccola, per ora, raccolta di libri di storia locale che farà da corollario e complemento alla già vasta collezione di riproduzioni di mappe antiche del territorio non solo pistoiese. Un gesto, quello dell’intitolazione della biblioteca a Gianfranco Rossi, discreto e un concreto di riconoscimento verso uno dei soci fondatori dell’associazione culturale sanmarcellina.

Queste due novità, la sede e la biblioteca, sono state presentate lo scorso 25 gennaio da Fabiano Fini presidente dell’Associazione Valle Lune, durante l’incontro con la stampa e la cittadinanza per fare il punto di quanto fatto e di quelo da fare. Il 2013 verrà archiviato come l’anno della mostra dedicata a “Le Antiche Vie della Montagna Pistoiese”, svoltasi a gennaio nella sala Baccarini e riproposta, in seconda edizione, ad agosto nella Gallerria Aiazzi, integrata ed ampliata con ulteriore materiale fotografico e cartografico.

Nelle due occasioni si sono registrati, in aggiunta alle numerose scolaresche, che ben testimoniano la valenza culturale e didattica dell’iniziativa, oltre mille visitatori. In tre anni di attività, il sodalizio montano ha raggiunto i 90 tesserati impegnati nel difficile ma gratificante compito di riscoprire e rendere nuovamente fruibili i vecchi sentieri e le antiche vie di comunicazione delle montagna. Attualmente la lunghezza dei percorsi fruibili è di circa 10 km, destinati ad aumentare una volta recuperati i tratti di San Marcello-Mammiano e di Lizzano-Cutigliano.

Camminando sui vecchi sentieri
Gianfranco Rossi, Chiara Innocenti ex assessore alla cultura della Provincia di Pistoia, Fabiano Fini, Silvia Cormio Sindaco di San Marcello P.se

Tirate le somme e illustrati i progetti futuri, gli argomenti sono piacevolmente scivolati nei meandri della storia, ovviamente di quella locale e non poteva mancare la curiosità, rappresentata da un documento del 1789 dal titolo “Della Navigazione e Commercio della Repubblica Pisana” in cui si parla dei rapporti commerciali e di conseguenza anche dell’importanza delle via di comunicazione, stipulati nel 1363 tra Pisa e Lucca – all’epoca sotto il dominio Pisano – e i Comuni della montagna superiore di Pistoia tra cui, Lizzano, Cutigliano, Pupiglio, Cavinana, Mammiano e Piteglio. I mercanti pisani o lucchesi che in queste terre transitavano, per raggiungere Bologna, Modena Pistoia o Fiorenza, dovevano sì pagare le gabelle per il passaggio in detti territori, ma godevano contestualmente di una sorta di assicurazione sulla mercanzia trasportata e in caso di furto, il Comune in cui si verificava il misfatto era tenuto a risarcire mercante. Appuntamento a primavera per partecipare alle escursioni, organizzate da Valle Lune, lungo i sentieri ritrovati.

Per saperne di più sull’Associazione Culturale Valle Lune: www.vallelune.it

Articoli di Gianfranco Rossi pubblicati su Quarrata/news:

Nascita e morte dell’Ospedale Pacini, 1855-2013

Comunità Montana, La Storia Infinita

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento