vannucci alla gogna. DOPO IL MARCHIO DI FRATOIANNI ARRIVERÀ ANCHE LA PUNIZIONE DELLA BOLDRINI?

Il capogruppo leghista di Montale costretto a rinunciare alla sua brillante carriera politica stroncata da una battuta non gradita alle “micine da salotto” di Ferdinando Betti

 

Ucci ucci, ucci ucci, Fratoianni vuol Vannucci

 LA SMETTA DI FARE POLITICA!


Micine… feroci

 

MONTALE. Le “micine da salotto” del Petting Club Montale lo hanno smeleggiato ripetutamente nei giorni scorsi e gliene hanno dette di tutti i colori.

Il povero «bullizzato» è Franco Vannucci, che ha osato sfidare il dio del politically correct con una battuta infelice su Pacciani.

Dopo un sabba mediatico, le streghe son tornate e hanno recitato i loro incantesimo. Ma nonostante gli abbiano rimproverato di volersi rendere visibile, sghignazzando col dire che è «costretto a raccontar frottole politiche per avere un po’ di notorietà su Facebook, e là dove trova spazio», lo hanno scaraventato, proprio loro, direttamente su tutta la rete, perché lo hanno indicato come bersaglio per il grande Fratoianni, il «guro» dell’accoglienza e dei diritti umani.

Così Nicola gliene ha dette quattro bene assestate e ora per il povero, povero Franco Vannucci sono dolori.

Sarà costretto a subire una punizione terribile?

[redazione@linealibera.info]


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email