VESCOVI E SALVINI SI ASTENGONO DALLA LEGGE SUGLI UNGULATI

Manuel Vescovi
Manuel Vescovi

FIRENZE. «Dopo un’attenta valutazione nel suo complesso – affermano Manuel Vescovi e Roberto Salvini, Consiglieri regionali della Lega Nord – abbiamo deciso d’astenerci in merito alla Legge sugli ungulati. L’impianto strutturale della stessa – proseguono Vescovi e Salvini – è in larga parte positivo, ma non essendo stati accolti i nostri emendamenti, la riteniamo incompleta ed insoddisfacente sia per gli agricoltori che per il mondo venatorio.

Per i primi – sottolineano i due Consiglieri – avevamo proposto interventi più incisivi per ridurre i danni causati dagli ungulati; l’obiettivo è, infatti, rilanciare pienamente il settore agricolo, anche grazie ai contributi europei. L’agricoltura toscana – precisano gli esponenti leghisti – è un’eccellenza riconosciuta in tutto il mondo ed un vanto per tutti noi; pertanto, deve essere sempre sostenuta da aiuti concreti.

Per quanto concerne, invece, l’ambito venatorio – asseriscono i rappresentanti del Carroccio – puntavamo a favorire la possibilità di accesso ad intere squadre di cacciatori, creando una zona cuscinetto di cinquecento metri fra le zone “vocate” e quelle “non vocate” dove possono operare solamente i singoli cacciatori col cane al guinzaglio.

Roberto Salvini
Roberto Salvini

Tra l’altro – puntualizzano Vescovi e Salvini – sarà molto difficile, con l’attuale Legge, ottenere i risultati, in termine di riduzione degli ungulati, che la normativa si prefigge.

Noi – affermano i Consiglieri – siamo fermi sostenitori della biodiversità che è, purtroppo, scomparsa con l’incrementarsi dei cinghiali. Riteniamo, inoltre – riferiscono Vescovi e Salvini – che sia le Atc (Ambiti territoriali di caccia) che l’Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) siano corresponsabili di quanto accaduto, poiché, specialmente il primo Ente, pur istituzionalmente dovendo monitorare il settore, non si è accorto in questi anni dell’eccessivo ed incontrollato proliferare dei predetti animali. Insomma – concludono Manuel Vescovi e Roberto Salvini – si poteva e doveva fare molto di più!».

[filippini – lega nord]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento