via pontassio. BARDELLI (FDI-AN): «UN ALTRO SACCO DI FROTTOLE DELLA GIUNTA MUNGAI»

Luca Santucci
Luca Santucci

SERRAVALLE. Nel novembre 2014 la sottoscritta, su segnalazione di un gruppo di residenti, presentava una interrogazione sui gravi disagi di via Pontassio a Casalguidi in caso di piogge persistenti, facendo notare quanto segue:

  • da diciassette anni, nel caso di temporali estivi o di fenomeni piovosi intensi, la via suddetta si allaga all’altezza dei numeri civici 34A, 34B, 34C, 34D, 34E, 34F, 34G, con acqua che raggiunge oltre i 30 centimetri, superando il marciapiede rialzato ed entrando, attraverso la breve rampa che li fronteggia, nei garage e nel retrostante piano seminterrato delle varie unità immobiliare;
  • l’acqua è mista a liquami e residui di fognature “nere”, e precisamente a escrementi, carta igienica e assorbenti che provocano a cielo aperto odore insopportabile e aria malsana e irrespirabile;
  • gli allagamenti impediscono agli abitanti perfino di togliere le auto dai garage per recarsi al lavoro, con il conseguente e immaginabile disagio;
  • le grate delle fognature, se accuratamente pulite da alcuni cittadini volenterosi, sono in grado di ricevere l’acqua piovana, ma non riescono a smaltire la quantità enorme di liquami fuoriuscenti soprattutto da tre “tombini”, che addirittura si sollevano per la pressione, posti a monte dell’avvallamento della strada: uno circa a metà della schiera di immobili ai numeri civici citati, uno all’incrocio con via Dante Alighieri e un altro ancora più a monte sulla stessa via;
  • gli allagamenti costituiscono un notevole disagio anche per i genitori e per i bambini che a piedi si recano presso il Polo Scolastico;
  • l’intervento del Comune, in questi casi, si limita all’invio sul luogo di operai per mettere transenne e porre segnali di pericolo all’incrocio con via Dante Alighieri e vicino ai “tombini” semiaperti da cui fuoriesce acqua, con conseguente traffico in tilt;
  • dopo che l’acqua è totalmente defluita, la strada rimane tappezzata di pezzi di carta igienica fradicia e di residui organici provenienti dalle fognature nere, con un forte cattivo odore che rimane nella zona per una intera giornata.

L’Assessore Santucci dopo un mese rispondeva che la situazione era conosciuta e che questa amministrazione, fin da poco dopo il suo insediamento – valutata la gravità della situazione – aveva avviato un processo di analisi e risoluzione della problematica.

Elena Bardelli, Fdi-An
Elena Bardelli, Fdi-An

Due erano le “buone notizie”: nel 2015 Pubiacqua prevedeva la realizzazione di un nuovo tratto fognario che avrebbe alleggerito molto la pesante situazione in cui opera attualmente l’attuale fognatura di via Pontassio e soprattutto di via Curiel; in aprile 2015 (con durata 18 mesi) sarebbero partiti i lavori di ampliamento del depuratore di Casalguidi che sicuramente avrebbe contribuito a risolvere il problema.

Ieri, 16 settembre 2016, dopo alcune ore di pioggia battente, lo stato di criticità non è affatto migliorato: nello stesso tratto di strada una grande quantità di acqua piovana mista a liquami ha provocato allagamenti di garage e scantinati.

All’Assessore Santucci, che rispondendo alla nostra interrogazione si vantava delle soluzioni offerte, domandiamo: il nuovo tratto fognario, previsto da Publiacqua per il 2015, è stato realizzato? Considerando quanto ieri si è verificato non sembra affatto.

E l’amministrazione comunale è stata a guardare senza esigere gli interventi programmati due anni fa nel piano degli investimenti del gestore? Dall’aprile 2015 sono trascorsi 16 mesi: a che punto sono i lavori di ampliamento del depuratore di Casalguidi?

A nostro avviso amministrare un comune significa fissare delle priorità: al primo posto stanno gli sforzi per rendere un territorio sempre più vivibile e a portata di cittadino; poi viene tutto il resto.

Nonostante la gravità della situazione, riconosciuta dallo stesso Assessore, l’amministrazione non ha fatto niente per risolverla.

Per noi non esistono scusanti.

Elena Bardelli
Consigliere Comunale Fdi-An

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

6 thoughts on “via pontassio. BARDELLI (FDI-AN): «UN ALTRO SACCO DI FROTTOLE DELLA GIUNTA MUNGAI»

  1. Assessore Santucci,era meglio se tu avevi fatto festa, tu facevi meno figure a piro, come politico ti sei rivelato una nullità ,non sei mai presente in comune ,eppure i mille euro il mese non ti puzzano in tasca.!! benino usare lo zio mochi per farsi eleggere,ecco! la tua politica del non fare è il nuovo che avanza ,complimenti a te e allo zio mochi, buona giornata e saluti allo zio mochi.!

  2. Si stanno scavando la fossa da soli….diamo tempo al tempo…. Mi dispiace molto per le famiglie di via Pontassio, che praticamente sono lasciate sole a far fronte a questa grave situazione

Lascia un commento