VIETATO BRUCIARE LEGNA IN CAMINETTI E STUFE FINO AL 18 DICEMBRE

Palazzo Comunale di Pistoia
Palazzo Comunale di Pistoia

PISTOIA. A partire da oggi, mercoledì 14 dicembre, fino a domenica 18 dicembre, su tutto il territorio comunale, è vietata la combustione di legna in caminetti aperti e stufe. Sono escluse dall’obbligo le aree non metanizzate.

Lo stabilisce un’ordinanza del sindaco firmata stamani al fine di ridurre l’inquinamento atmosferico.

All’attuale provvedimento ne era preceduto un altro, di medesimo contenuto, valido dal 9 al 13 dicembre. La necessità dell’emissione di un nuovo provvedimento è legata al permanere delle condizioni di criticità di qualità dell’aria e condizioni meteo sfavorevoli.

Questo provvedimento fa parte del cosiddetto “secondo modulo” di interventi per il risanamento della qualità dell’aria da mettere in atto qualora la somma tra il numero di giorni di superamento di PM10 rilevati e il numero di giorni con condizioni meteo favorevoli all’accumulo degli inquinanti risulti maggiore o uguale a “7”. Tale superamento viene rilevato dal consorzio Lamma e viene comunicato al Comune da parte di Arpat.

Si tratta, infatti, di mettere in campo le misure previste per il cosiddetto “indice di elevata criticità” dal Piano Comunale di Azione (PAC) per il risanamento della qualità dell’aria 2016-2020, redatto dal Comune di Pistoia e i cui contenuti sono consultabili alla pagina http://www.comune.pistoia.it/8724.

L’ordinanza, oltre a vietare l’utilizzo di legna in camini aperti o stufe tradizionali per il riscaldamento domestico, a meno che questi non siano l’unica fonte di riscaldamento dell’abitazione e con l’esclusione delle aree non metanizzate, fa salva la precedente ordinanza numero 932 del 28 ottobre scorso (il cosiddetto “primo modulo”), con la quale è stato vietato di bruciare sfalci, potature, residui vegetali o altro nelle aree del territorio comunale che si trovano a un´altezza inferiore a 200 metri sul livello del mare fino al 31 marzo 2017.

Ogni volta che si raggiungeranno nuovamente condizioni di “indice di elevata criticità” sarà emessa un’ulteriore ordinanza contingibile analoga a quella odierna, della durata di 4-5 giorni, contenente il divieto di utilizzo di biomassa (camini aperti, stufe tradizionali a legna) per riscaldamento domestico, dove siano presenti sistemi alternativi di riscaldamento e con la deroga per le aree non metanizzate.

Altre informazioni sulla qualità dell’aria sono disponibili nelle pagine del servizio Igiene ambientale e tutela degli animali del sito del Comune di Pistoia (http://www.comune.pistoia.it/9110), in continuo aggiornamento, dove è possibile consultare anche il testo integrale dell’ordinanza e un vademecum informativo sulle buone pratiche per contribuire al miglioramento della qualità dell’aria.

[balloni – comune pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento