VIGILI DEL FUOCO SENZA PULIZIE IN CASERMA

Umberto Marchi Filcams: «Sciopero della De.Ma. il 17 e 18 maggio»

PISTOIA. Non è servito bloccare lo sciopero già indetto per il giorni 6 e 7 maggio scorso, per le addette delle pulizie nelle Caserme dei Vigili del Fuoco della provincia di Pistoia, infatti la disponibilità aziendale a mettersi ad un tavolo di confronto e cercare soluzioni, ci indusse a sospendere lo sciopero.

Umberto Marchi della Filcams Cgil di Pistoia, torna sul problema dei pagamento dei lavoratori delle pulizie, dopo che a livello regionale era indetto un sciopero per i primi di Maggio in tutte le caserme dei VV.F. della Toscana, la società che effettua il servizio di pulizia De.ma. di Sulmona e la capo fila che ha vinto l’appalto, Unilabor di Roma, hanno chiesto di incontrarci immediatamente per cercare una soluzione.

A noi afferma Marchi, non ci fa piacere scioperare, poiché significa non aver raggiunto accordi e questo comporta far rimettere soldi per giornate lavorative perse al personale dipendente, quindi ben venga una soluzione e per questo ci siamo messi al tavolo regionale con le due società alla ricerca di una soluzione, raggiunta con un accordo sindacale in data 5 Maggio, la vigilia delle due giornate di sciopero.

Siamo usciti soddisfatti dall’incontro poiché avevamo un accordo firmato, abbiamo quindi scongiurando lo sciopero che non era scontato.

L’accordo prevedeva una regolarizzazione della buste paga, un acconto erogato di 100,00 euro per alcune lavoratrici con un parametro orario e sempre un acconto di 200,00 per altre con altro parametro orario e il bonifico doveva essere fatto massimo il 10 Maggio scorso, oltre a prevedere il rispetto dell’accredito di pagamento dello stipendio il 15 di ogni mese.

Oltre a questi due punti, che era ovviamente un segnale importante per le lavoratrici che ormai da oltre un anno non vedono rispettati i loro diritti, l’accordo prevedeva anche alcuni incontri per definire territorio per territorio le mancanze di ogni singolo lavoratore per far avere al personale quanto la società non ha mai erogato.

Sospeso lo sciopero attendevamo la messa in opera dell’accordo con il primo pezzo, e invece la società non ha pagato gli acconti, abbiamo voluto attendere il 15 per vedere almeno il pagamento dello stipendio e anche quello non è stato fatto, siamo quindi dovuti ricorrere allo sciopero che ci consenta di dare risposte a queste persone che sembrano trasparenti, i Vigili del Fuoco anche il Comando Regionale, a parte qualche lettera a noi e solidarietà alle lavoratrici non ha fatto assolutamente niente, qui ci sono donne che con il loro pochissimo stipendio si danno da fare per mantenere la famiglia, pagare bollette, mutui eccetera e nessuno fa niente, anzi, lo Stato continua a dare appalti a società che non garantiscono assolutamente serietà e per questo il comando regionale dovrebbe intervenire, invece fanno finta di niente come se non fossero problemi loro, vediamo se andare a lavorare con gli uffici sporchi, si svegliano e ci danno una mano a mandare via dall’appalto ditte irrispettose.

Pretendiamo rispetto per queste lavoratrici conclude Marchi, sono lavoratori come tutti, non si può continuare a chiudere gli occhi, hanno poche ore di lavoro ma per quelle che hanno devono ricevere come tutti la loro retribuzione in maniera corretta e puntuale, è per questo che il 17 e 18 Maggio nella nostra provincia così come in tutto il territorio della Toscana, si sciopera nelle caserme nella speranza di una presa di posizione anche dei Vigili del Fuoco.

[marchi – filcams]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento