vigili & multe. SARÀ ANCORA L’OPEN SOFTWARE SRL A PERSEGUI[TA]RE GLI INDISCIPLINATI AUTOMOBILISTI PISTOIESI…?

L’azienda fu assoggettata a due penali: tali sanzioni non furono contestate e furono pagate senza battere ciglio, a riprova, presumibilmente, di certe probabili irregolarità. Alcune domande per il sindaco Tomasi


 

IL COMUNE DI PISTOIA ha attualmente in corso la gara di valutazione offerte da parte delle aziende che ambiscono ad aggiudicarsi la “borsa delle multe locali” e il relativo business.

Il bando fu pubblicato a ottobre scorso e prima o poi dovrà giungere al traguardo. Nel frattempo c’è chi rivolge osservazioni e domande scomode al sindaco Tomasi, con delega alla polizia municipale, attraverso questo maledetto Linea Libera, scrivendo:

Il comando di polizia municipale di Pistoia da molti anni ha esternalizzato la gestione delle attività amministrative dei procedimenti sanzionatori (in pratica stampa verbali, gestione notificazioni, gestione dati pagamenti, informazioni sui verbali, ecc.) alla ditta Open Software Srl di Mirano, provincia di Venezia.

Dagli atti pubblici è evidente come all’ultimo appalto (i precedenti sembra fossero a trattativa diretta) non avrebbe potuto vincere altro che questa ditta, dal momento che si richiedeva l’uso di un software specifico utilizzato solo dalla Open Software Srl, che da molti anni lavorava a Pistoia.

Furono segnalate al segretario varie anomalie, fra le quali il fatto che c’era una persona della ditta, e non un “poliziotto”, a esaminare le foto dei velox: pratica che fu immediatamente interrotta.

Fra le anomalie segnalate, anche il fatto che un dipendente in pensione era stato riassunto a notula dalla ditta stessa; e il fatto che si fossero appaltati 55.000 verbali l’anno quando erano quasi il doppio (circa 90.000), procurando perciò un maggior guadagno all’azienda; ma anche anche dell’altro – a quanto si dice.

La Open Software Srl fu così assoggettata a due penali: tali sanzioni non furono contestate e furono pagate senza battere ciglio, a riprova, presumibilmente, di certe probabili irregolarità.

La domanda per Tomasi è: cosa può dire ai cittadini per fare un punto della situazione? E i pistoiesi quando potranno conoscere il nome (del nuovo o del solito) Sceriffo di Nottingham?

Remo Cerini da Pistoia
[redazione@linealibera.info]

 


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email