violenza sui bus. CECCARELLI: “GLI EPISODI DI PISTOIA NON VANNO SOTTOVALUTATI”

La solidarietà dell'assessore regionale ai tre dipendenti della Copit rimasti feriti dall’assalto della baby gang
Vincenzo Ceccarelli

FIRENZE. Solidarietà ai tre dipendenti della Copit finiti in ospedale, vittime di una babygang, e indice puntato contro un gesto che non può che essere qualificato come “incivile e che va punito”, con l’auspicio che “i responsabili, ancorché minorenni, siano presto individuati e chiamati a risponderne”.

L’assessore ai trasporti della Toscana Vincenzo Ceccarelli interviene sull’assalto al bus che c’è stato a Pistoia nel pomeriggio di martedì, riportato sulle cronache cittadine. A far scatenare i giovani balordi, che volevano salire sul pullman, è stata la richiesta del biglietto da parte di due controllori.

Il gruppo di ragazzi, all’apparenza minorenni, ha risposto prima alzando la voce e poi con pugni, schiaffi e spintoni sotto gli occhi terrorizzati di passeggeri e passanti, a due passi dal comando di polizia municipale. Con un sasso è stato ferito anche l’autista. I ragazzi sarebbero fuggiti dopo che uno dei controllati a spruzzato del gas al peperoncino.

“Si tratta di un episodio grave e che non può rimanere impunito e da non sottovalutare – sottolinea l’assessore Ceccarelli – Oltretutto si tratta solo dell’ultimo di una serie di episodi recenti che invitano quindi istituzioni e forze dell’ordine ad alzare la guardia”.

Era infatti, sempre nel pistoiese, successo a marzo, quando un minorenne prima con un calcio aveva spaccato il cristallo che delimita il posto guida e poi sputato contro l’autista ferita; a maggio un ragazzo aveva minacciato l’autista con un bastone, il 9 giugno un gruppo di immigrati era salito a forza su un pullman a San Marcello e lo stesso giorno, tra Pescia e Lamporecchio, due ventenni senza biglietto avevano aggredito controllore e autista.

[fortini – toscana notizie]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “violenza sui bus. CECCARELLI: “GLI EPISODI DI PISTOIA NON VANNO SOTTOVALUTATI”

Comments are closed.