VIVAISMO, CNR E GIORGIO TESI GROUP CONTRO GLI AGENTI PATOGENI

Phytophthora ramorum
Phytophthora ramorum

PISTOIA. Prosegue la stretta collaborazione fra Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante-Consiglio Nazionale delle Ricerche di Firenze e Giorgio Tesi Group: dopo aver affrontato lo sviluppo di varietà di cipresso resistente al cancro corticale e di olmo resistente a grafiosi, l’Ipsr-Cnr sposta adesso la sua attenzione su un tema di stretta attualità, ovvero la lotta agli agenti patogeni nel vivaismo. Tra questi anche il batterio Xylella fastidiosa e il fungo Phytophthora ramorum, oggi al centro delle cronache, ma non solo.

Il progetto, dal titolo “Patogeni invasivi in vivaio: nuovi strumenti per la certificazione di esenzione da patogeni del materiale destinato all’esportazione”, riassunto dall’acronimo Patinviva, ha come fine ultimo l’utilizzo di uno strumento leggero, portatile e soprattutto veloce, capace di diagnosticare direttamente in vivaio la presenza sulla pianta di microrganismi pericolosi, tutto in pochissimi minuti, a differenza della tecnologia attualmente in uso, come la classica Pcr, che prevede esami in laboratorio e tempi considerevolmente più lunghi.

L’obiettivo può essere rapidamente raggiunto con l’utilizzo di una nuova tecnica detta Loop Mediated Isothermal Amplification (Lamp) che consiste in un’amplificazione degli acidi nucleici (Dna) che si svolge a temperatura costante. La presenza degli acidi nucleici di un agente patogeno, viene riconosciuta attraverso l’emissione di un segnale luminoso rilevato in tempo reale dallo strumento.

Giorgio Tesi Group contribuisce a questo innovativo progetto di ricerca in maniera diretta e partecipativa, attraverso la fornitura di piante su cui effettuare i test, oltre che di personale in aiuto al gruppo di studiosi del Cnr di Sesto Fiorentino guidati da Alberto Santini. Imprescindibile la collaborazione di Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, che ha finanziato in maniera importante l’ambizioso progetto: il macchinario sarà a breve l’unico strumento di diagnostica molecolare per vegetali esistente in tutta la Toscana.

L’acquisto della tecnologia da parte di Giorgio Tesi Group consentirà all’azienda di rivoluzionare il proprio modo di fare business, grazie ad un controllo costante e rapido sulle piante in entrata e in uscita dal vivaio, che offrirà ai clienti la massima garanzia e sicurezza sulla produzione.

Xylella fastidiosa
Xylella fastidiosa

“La Xylella fastidiosa è solamente una di tutta la serie di fitopatologie che limita la vendita delle nostre piante, seppur assente nella Regione Toscana – dichiara Emanuele Begliomini, responsabile fitosanitario di Giorgio Tesi Group –. É necessario, perciò, aggiungere attenzione per la salvaguardia del vivaismo pistoiese contro parassiti di nuova introduzione”.

La volontà di Giorgio Tesi Group è chiara: essere al fianco delle nuove avanguardie scientifiche, creando una sinergia tra mondo dell’impresa e mondo della ricerca che porti il vivaismo pistoiese ad una dimensione di eccellenza ancora superiore rispetto a quella attuale. L’azienda conferma con questo nuovo progetto la propria vocazione a contribuire a tutto tondo al mondo del verde, assumendo un ruolo di primo piano nella lotta ai patogeni di recente introduzione in agricoltura, in linea con le regole e le linee imposte dall’Europa e dal resto del mondo, dove la sicurezza dei prodotti commercializzati impone criteri sempre più rigorosi.

“È evidente che la globalizzazione, l’allargamento dei mercati e l’aumento dei flussi di merci in entrata e in uscita dal territorio europeo – spiega Fabrizio Tesi, legale rappresentante dell’azienda – possono creare difficoltà nei controlli doganali e l’allungamento delle tempistiche nell’attuazione dei protocolli di difesa. Giorgio Tesi Group è da anni al fianco del Cnr, perché comprendiamo appieno la necessità di sostenere la ricerca, non solo di tipo varietale, ma anche di tutela e salvaguardia delle piante e dei mercati da cui quest’ultime arrivano e su cui vengono immesse.

Questa strumentazione sarà a disposizione dei clienti della Giorgio Tesi Group e di tutte le aziende vivaistiche dell’associazione e del distretto di Pistoia, qualora vi fosse l’esigenza di controllare determinate piante che arrivano da altri paesi e che devono essere messe nel ciclo produttivo”.

[fondatori – giorgio tesi group]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento