WEEKEND DI RECRIMINAZIONI PER JOLLY RACING TEAM

La scuderia valdinievolina costretta ad un resoconto amaro: ritiro per Michele Puccetti al Rally della Lanterna e per Simone Brachi, copilota impegnato nel FIA European Rally Championship, al Rally Poland

Nella foto (Magnano): Michele Puccetti in gara.

LARCIANO. Ė amaro, il resoconto redatto da Jolly Racing Team a conclusione degli impegni agonistici del fine settimana. La scuderia di Larciano, presente sulle strade del Rally della Lanterna, ha visto il suo portacolori Michele Puccetti abbandonare anzitempo il confronto a causa di un problema di alimentazione che ha costretto al ritiro la Citroën C2 nella fase finale di gara.

Un ritorno alle corse dopo quattro anni di inattività, impegno affrontato sulle strade della provincia di Genova, nella Val d’Aveto, che ha visto il portacolori del sodalizio valdinievolino affiancato “alle note” da Filippo Caturegli ed al centro di una progressione strutturata in preparazione alla Coppa Città di Lucca.

Recriminazioni, quelle di Jolly Racing Team, che hanno varcato i confini nazionali a causa del prematuro ritiro dal Rally Poland da parte di Simone Brachi, copilota impegnato sul sedile sinistro della Peugeot 208 Rally 4 di Giovanni Baruffa. La programmazione “europea” del codriver fiorentino proseguirà sulle strade del Rally Liepajā, in Lettonia, i primi giorni di luglio.

Sfortunati anche gli epiloghi di gara che hanno interessato i copiloti Samuele Pellegrino — ritiratosi a due prove speciali dal termine del Rally della Lanterna, su Peugeot 208 R2B — e Marco Nesti, messo fuori causa da una “toccata” della Ford Sierra Cosworth con cui ha affrontato il Rally Lana Storico.

 [gabriele michi]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email